Senza categoria

Home / Archive by category "Senza categoria"

Chi Siamo

Darwin Computing è un’azienda specializzata in infrastrutture Cloud ed Hybrid Cloud, nata da un team di ingegneri con esperienza decennale in ambito IT.

La nostra missione è:

  • Progettare e integrare servizi su server, infrastrutture di virtualizzazione e Cloud privati, prevalentemente in ambito Open Source.
  • Complementare il team IT del cliente, fornendo servizi di consulenza, supporto tecnico e gestione dei sistemi situati nel data center.
  • Mettere a disposizione Cloud Server basati sul nostro Cloud pubblico per l’erogazione di servizi ad alta affidabilità ed elevate performance.

Darwin Computing propone soluzioni e servizi ad organizzazioni private e pubbliche, di piccole, medie e grandi dimensioni. È una società dinamica, volta alla costante innovazione tecnologica grazie ad un team di personale certificato impegnato contemporaneamente nella produzione e nella ricerca e sviluppo.

La nostra azienda si avvale della partnership con i leader del mercato Open Source Enterprise per garantire ai nostri clienti la migliore soluzione disponibile: abbiamo perciò conseguito le principali certificazioni Red Hat raggiungendo livelli di eccellenza nel panorama tecnologico italiano.

Il cloud pubblico di nostra proprietà, dal quale eroghiamo i servizi di Cloud Housing, è ospitato presso il data center Colt Telecom di Torino, sinonimo di affidabilità ed efficienza.

Sistemista

Sistemista

Cerchiamo un SISTEMISTA SERVER Linux al 1° impiego.

La mansione costituisce il primo passo di un percorso professionale di specializzazione sistemistica su server Linux, perciò è adatta a chi, oltre a saper lavorare con precisione e responsabilità, abbia desiderio e capacità di apprendere e di crescere rapidamente verso ruoli sistemistici tecnicamente più impegnativi ed altamente qualificati.
Il candidato, all’interno di un team altamente qualificato, effettuerà un primo periodo di traing per poi svolgere un’attività di gestione, monitoraggio e primo intervento sistemistico su sistemi server Linux in Server Farm o in cloud.
Sono richieste:

  • Laurea in ingegneria
  • Interesse per l’Information Technology e competenze informatiche di base, preferibilmente in ambiente Linux / Open Source.

Sede di lavoro: Torino
Si offre uno stage retribuito full time con finalità di assunzione in azienda.

Sistemista Senior

Sistemista Senior

Cerchiamo un SISTEMISTA CLOUD/SERVER Linux.

Il candidato, all’interno di un team altamente qualificato, svolgerà un’attività di gestione, monitoraggio e primo intervento sistemistico su sistemi server Linux in Server Farm o in Cloud, ad alta criticità e complessità, al fine di garantirne la continuità d’esercizio in ambienti “mission critical”. La mansione prevede un percorso professionale di specializzazione sistemistica su server Linux, ambienti cloud ed infrastrutture di virtualizzazione; perciò è adatta a chi, oltre a saper lavorare con precisione e responsabilità, abbia desiderio e capacità di apprendere e di crescere rapidamente verso ruoli sistemistici tecnicamente più impegnativi ed altamente qualificati.
Sono richieste:

  • Esperienza nella gestione di sistemi Linux ed architetture di virtualizzazione
  • Ottima conoscenza e capacità di gestione ambienti Linux server
  • Buona conoscenza dei linguaggi di scripting (bash)
  • Requisito preferenziale: certificazioni Red Hat (RHCSA, RHCE)
  • Attitudine al lavoro in team, disponibilità, capacità di lavorare sotto pressione rispettando le scadenze ed i tempi di realizzazione
  • Conoscenza della lingua inglese (scritto e parlato)
  • Capacità di relazionarsi direttamente con il cliente finale

Sede di lavoro: Torino
Impegno: full-time. Potrebbe essere richiesta la disponibilità per attività di supporto per eventi serali o prefestivi/festivi.
L’inquadramento e la retribuzione saranno commisurate alle effettive capacità ed esperienze del candidato.

Richiesta Preventivo Managed Cloud Provider

Compila il seguente form per richiederci un preventivo gratuito e personalizzato. Sarà nostra cura ricontattarti quanto prima.

 

La protezione dei dati personali dei nostri clienti è molto importante per noi e la prendiamo molto sul serio. I vostri dati personali sono soggetti alla privacy e saranno raccolti e salvati solo per contattarvi. In nessun caso i dati personali saranno divulgati a terzi o usati o salvati per altri scopi. Il nostro personale è stato formato sul trattamento dei dati personali ed è tenuto a agire in conformità alle norme di tutela della privacy.

Richiesta Preventivo per Email con Conservazione Sostitutiva

Compila il seguente form per richiederci un preventivo gratuito e personalizzato. Sarà nostra cura ricontattarti quanto prima.


La protezione dei dati personali dei nostri clienti è molto importante per noi e la prendiamo molto sul serio. I vostri dati personali sono soggetti alla privacy e saranno raccolti e salvati solo per contattarvi. In nessun caso i dati personali saranno divulgati a terzi o usati o salvati per altri scopi. Il nostro personale è stato formato sul trattamento dei dati personali ed è tenuto a agire in conformità alle norme di tutela della privacy.

Buon compleanno, Open-Source!

A vent’ anni dalla creazione del termine “codice aperto”, a che punto è la rivoluzione, non solo informatica, del free and open-source software?

Il movimento del free software era nato all’inizio degli anni Settanta tra gruppi radicali di utenti software, contagiato dal mondo dell’università in cui i risultati delle ricerche accademiche vengono condivisi tra tutti, e dalla cultura hacker dei primi smanettoni.              A San Francisco e nell’università di Berkeley nasceva il movimento sociale del free software, capitanato da un insolito guru, il ricercatore universitario e politico radicale Richard Stallman, profeta del codice libero e idolo della cultura hacker. L’obiettivo era che il software fosse libero per tutti, e quindi anche gratuito. Ma dopo più di vent’anni di codice libero e software gratuito/libero i progressi erano stati minimi. Le novità erano arrivate da tutt’altra direzione a partire dalla vecchia Europa. Infatti, nel 1991, in Finlandia uno studente, Linus Torvalds, aveva creato Linux, una nuova idea di sistema operativo “aperto” sul quale collaboravano migliaia di programmatori da tutto il mondo.

Risultato: la storia stava sorpassando Stallman e i suoi, mentre Microsoft e i grandi del software proprietario (come Oracle, Sap e altri) lottavano per riconquistare più velocemente possibile le posizioni perdute. Così, nomi oggi storici del movimento come Christine Peterson, Todd Anderson, Larry Augustin, Jon Hall e soprattutto Eric Raymo

nd, pensarono a un modo nuovo per chiamare quel che facevano. A febbraio del 1998 venne coniata l’espressione “open source”. Già ad aprile del 1998 il termine open source era diventato lo standard.

Oggi, non esistono più bianchi e neri: nelle aziende i prodotti open source convivono accanto a quelli proprietari. L’open-source è la base del funzionamento del web e di internet, ma si è affermato anche in tanti altri settori. È la base dei sistemi operativi di Apple (macOS e iOS) ma anche di Android di Google. Viene utilizzato nelle reti e nella nascente internet delle cose, Google e Facebook utilizzano il software open source per creare i propri sistemi informativi.

L’open-source come strumento è anche profondamente cambiato: da quando è diventato sostanzialmente irrilevante il conflitto interno al movimento dell’open source tra chi voleva il software libero e gratuito e chi invece preferiva l’idea di libertà di scelta del software, oggi la sua adozione come componente all’interno di progetti più grandi è data pressoché per scontata, tanto che in paesi come la Germania (ma anche l’Italia) c’è un’ampia normativa che prevede l’adozione di software e formati open.

 Vai alla Home Page.

Cloud Server Premium – Personalizza

Loading...
0€ / Mese

Cloud Server Premium

0€ / Mese

Cloud Server Pro – Personalizza

Loading...
0€ / Mese

Cloud Server Pro

0€ / Mese

Cloud Server Small – Personalizza

Loading...
0€ / Mese

Title

0€ / Mese